I FIORI PER IL MATRIMONIO

L'importanza dei fiori nella cerimonia nuziale

Due parole su di me e sul mio lavoro:

Salentina di nascita, toscana per amore e da qualche tempo meneghina d’adozione. Sono una storica dell’arte ma con un’irrefrenabile inclinazione per i fiori. Questa strana mescolanza mi ha permesso di reinterpretare l’analisi delle forme, dei colori e delle linee compositive in una chiave diversa, dove il mondo dell’arte rivive e si rinnova continuamente nel mondo dei fiori. Ricordo con tenerezza che fin da bambina raccoglievo fiori di campo e ne raccoglievo così tanti che mi fermavo solo quando non riuscivo a tenerli in mano, li dividevo in piccoli bouquet, li legavo con del filo di cotone e li regalavo. Questo mi rendeva felice. Da grande, il destino ha voluto che incontrassi una flower designer svizzera, maestra di arte floreale Chiara Sperti Floral Events. Ogni volta che incontro due persone che si amano, e li trovo lì davanti a me pieni di gioia per quel sarà, partecipo alla loro felicità e prometto a me stessa che quel momento irripetibile dovrà essere esattamente come loro lo desiderano: ecco questo è il mio lavoro.

Quali sono i tuoi suggerimenti per gli sposi che affrontano l’argomento fiori?

Ad essere onesta, noto con piacere un’attenzione crescente da parte delle coppie alla componente floreale: del resto, è quell’elemento che insieme al rito e all’abito da sposa evoca immediatamente il matrimonio. Questo interesse è utile, da un lato, per sentirsi parte del progetto e, dall’altro, agevola il mio lavoro per soddisfare al meglio i desideri degli sposi. Il primo passo che suggerirei è quello di avere un’idea di base dello stile o della palette di colori che rappresenteranno il fil rouge dell’evento. Questo consente di costruire passo dopo passo l’intero progetto di allestimento o quanto meno lo agevola molto. Secondo elemento rilevante è quello di avere un’idea di budget, che mi rendo conto spesso non è facile da stabilire. Tuttavia, un budget anche indicativo, permette di indirizzare il progetto verso soluzioni ottimali.  Le bacheche online come Pinterest o Instagram offrono la possibilità di creare delle mood-board, selezionando immagini mirate, e sono anche un ottimo aiuto e un modo divertente per iniziare a capire cosa può piacere. Sulla scelta del flower designer, il mio consiglio è quello di scegliere non solo sulla base del preventivo ma anche di ciò che il fiorista offre oltre alle singole composizioni: mi riferisco per esempio alla fiducia che può trasmettere e alla consulenza nella fase progettuale.

Copyright 2017 FORTUNAREALE, P.IVA 06473411210 – created by TEITA

Chiudi il menu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi